Facebook
Stampa

U.8 - topolino 2016

Postato in News U8

Treviso 14/15 maggio 2016

Al Topolino 2016 l’U8 parte orfana di un suo grande amico, sostenitore e accompagnatore che ci segue con il cuore da Milano intonando i tradizionali cori di sostegno: Marino torna con noi!!!

Arruolato un genitore volontario e disponibile a seguire in campo la squadra B (grazie Christian!!), si parte tutti insieme per tre giorni intensi tra amici storici e nuovi compagni di avventura.

È una partenza in salita soprattutto per le condizioni di salute di alcuni giocatori, che privano la squadra del tenace Spillo costretto al rientro a Milano, ma stringiamo i denti e lottiamo per fare onore alla maglia e per rispetto del duro lavoro svolto nell’anno. 

 

La squadra A guidata da coach Ale scende in campo sabato alle 9.10 contro il Selvazzano: determinata e reattiva mostra un buon gioco e non spreca le occasioni. 8 a 0 per i Tori che partono con il piede giusto. Dopo un’ora incontriamo il Montebelluna e il gioco continua ad essere intenso e bello: si placca, si avanza e si copre il campo. Finisce 5 a 1 per i Tori che si preparano per incontrare i portoghesi del St. Julian’s, in un clima diverso: il gioco infatti diventa più duro, caratterizzato da placcaggi frequenti e spesso troppo alti, ma l’umore e la voglia di vincere sono ottimi e non ci lasciamo intimorire e con orgoglio e ostinazione portiamo a casa un pareggio importante (1-1). Il risultato ci permette di vincere il girone e di qualificarci per gli incontri successivi tra le prime 32 squadre.

Dopo una lunga pausa scendiamo in campo contro l’Asolo B, ma la squadra ha perso concentrazione e motivazione e lascia ampi spazi agli avversari senza avanzare e resistere agli affondi. Partita deludente sotto il profilo sportivo con i Torelli che non reagiscono, non placcano, non corrono, non coprono il campo. Finisce 7 a 1 per gli avversari che anche se più determinati e forti hanno avuto vita facile incontrando un gruppo di ragazzi demotivato che non ha creduto nelle proprie capacità.

Ammutoliti e delusi i Tori hanno il tempo per riprendere la concentrazione e dopo poco contro il Vittorio Veneto B se la giocano e resistono lottando su ogni palla, senza lasciare spazio agli avversari ma trovando quello necessario per vincere 1 a 0.

Partita di fine giornata contro il Benetton A, squadra che mette in campo un rugby entusiasmante per una U8, che ci mostra un gioco aereo ricco di passaggi e finte, che trova e sfrutta ogni spazio. Perdiamo 9 a 0 senza riuscire a concretizzare ma imparando come si può giocare divertendosi, consci della superiorità dell’avversario che l’indomani vincerà il torneo.

Alla fine della prima giornata di fatica, dopo 48 minuti di gioco quasi sempre bello e 10 ore di permanenza alla Ghirada, prendiamo la strada del ritorno pronti a spendere le ultime energie nella serata di festa.

Domenica soleggiata alla Ghirada, i Tori iniziano a scaldarsi alle 8.20 in attesa di incontrare il Vicenza A, determinati e pronti a giocarsi la possibilità di classificarsi tra il 17mo e il 24mo posto.

Con i segni da combattimento dipinti sul viso, i torelli scendono in campo con l’intenzione di giocare ogni minuto fino in fondo e così fanno, tra placcaggi e passaggi, cercando spazi tra lo schieramento dei vicentini. Perdiamo 2 a 1 combattendo e dando filo da torcere agli avversari, senza sfigurare.

Dopo mezz’ora incontriamo il Villorba e nuovamente l’impegno e la concentrazione dei Tori sono palpabili: sfida persa con onore 3 a 1 , giocando un buon rugby con scontri anche duri.

Ultima partita contro il Valpolicella A, durante la quale tutti sono determinati a vincere per mostrare che cosa sanno fare: si corre e si placca bene, ma basta perdere attenzione un istante che gli avversari ne approfittano e riprendono il controllo. Teniamo duro fino alla fine e troviamo lo spazio per correre in meta e vincere l’incontro 3 a 2. Una vittoria sudata e meritata fino in fondo, che lascia tutti contenti per un ventunesimo posto che vale lo sforzo di tanti allenamenti e tanta passione.

Bravi “grandi” Tori, siamo tutti orgogliosi di voi!!!

 

La squadra B arriva al Topolino con grande, grandissimo entusiasmo: un entusiasmo che si vede sul pullman nei sorrisi dei bambini, che si ascolta nelle loro battute e barzellette raccontate al microfono sotto la regia di papà Bettin e che si annusa nelle profuse puzzette che i nostri torelli fanno partire con commovente libertà. Un clima davvero felice, di grande gioia collettiva.

Grazie infinite a Christian Ergotti papà di Samuel, battezzato subito come accompagnatore di prima linea da una vomitata galattica di un torello appena scesi dal pullman!!! Senza batter ciglio risolve tutto. Ottimo accompagnatore, attento e sempre sui ragazzi. Christian, ormai ci sei dentro fino al collo!!!!!!!!

I giocatori in campo sono: Federico, Mirko, Samuele, Matteo, Daniele, Giovanni, Riccardo, Carlo, Rocco e Alessandro, quasi tutti classe 2009.

Il primo girone è micidiale perché incontriamo come prima partita quella che poi arriverà 5° classificata del Trofeo: il Mogliano Veneto A. I ragazzi vengono sopraffatti da gioco e potenza e come inizio in salita non c’è male (12-0). Anche la seconda partita con il CUS Pavia non dà grande tregua: prendiamo 7 mete senza segnarne. L’ultimo scontro della mattinata è con l’Udine e lì Mirko, col sostegno dei compagni, parte col suo passo lungo e riesce ad andare in meta: ne incassiamo però 8. Ci rifacciamo con il terzo tempo spazzando tutto: pennette al pomodoro, patate a forma di topolino e hamburger.

Il morale resta alto e i ragazzi tornano in campo. Con il Casale il gioco è più strutturato, riusciamo a difendere e a occupare bene gli spazi: finisce 5 a 2 per i nostri avversari ma il vento è cambiato e infatti con il Bellaria si arriva alla vittoria con un bel 7-5!!! Grande gioia dopo tante batoste. La giornata finisce in calo perdendo col Malpensa 5-0.

Uniti ai “fratelli maggiori” della squadra A si fa una bella cena e grandi dormite in albergo.

La domenica i ragazzi sono meno concentrati e incontrano il Conegliano (3-1), il Castellanza (3-2) e per finire il Cesano Boscone (5-0). Chiudiamo il Trofeo Topolino al 119 posto che su 128 squadre significa guardare dalla valle una grande montagna.

Lasciatemi però aggiungere due cose sui singoli perché meritano un’attenzione individuale:

Federico: grande cuore, aggressivo in campo, motivato, ha fatto un torneo bellissimo pieno di determinazione, lì in mezzo alla mischia è una forza che dà filo da torcere a tutti. Quando avanza se ne porta dietro almeno 3 o 4 di avversari. Bravo ragazzo.

Mirko: passo lungo, falcata che quando prende velocità è duro da fermare, con due occhioni fuori dal campo che quando prendono forza diventano dei fari lì sull’erba; era il più alto ed è andato allo scontro senza tirarsi indietro. Bei placcaggi. Grande prova di tenuta.

Samuel: gioco intelligente, intuitivo, veloce, reattivo. Insieme ad Alessandro è la pilotina che funziona da ala; quando parte e trova uno spazio non lo prendi neanche se preghi in cirillico. Orgoglioso, l’ho strigliato per non aver tenuto la posizione e si è risentito molto ma credo che abbia capito che è proprio sbagliando che si impara. Ha giocato tantissimo mostrando grande resistenza; è un giocatore serio capace di incassare, è un giocatore prezioso come l’oro da avere in squadra. Samu, una freccia bionda.

Matteo: passa dal sorriso al broncio in qualche secondo. Forte di fisico, potente, ha sofferto molto la superiorità fisica degli avversari perché lui quando c’è una mischia ci si butta dentro con coraggio, non l’ho mai visto tirarsi indietro. E’ uno di quei giocatori fondamentali perché nel momento in cui sono in modalità ON fanno di tutto: attaccano, difendono, placcano, sostengono. Bravo Matte, è stata dura, hai resistito, sei una roccia.

Daniele: schizza via come una lippa, il primo ad avanzare verso gli avversari; da registrare i placcaggi alti e le mosse di kung-fu (Jack!!!!!!!!) ma in quanto a determinazione non è secondo a nessuno. Veloce, furbo, aggressivo sembra abbia il puntatore sul naso e quando finisci nel mirino e ti piglia, non ce n’è: ti stende. Si è beccato dei colpi duri dagli avversari ma ha tenuto. Piccolo grande Dani.

Giovanni: bellissima corsa, efficace, asciutto, senza fronzoli inutili. Un giocatore intelligente, lo vedi che pensa in campo, che ragiona sul da farsi. E poi simpatico, da lui ogni tanto viene fuori l’incanto. Sul campo va al sodo e ci va subito. Quando placca si trasforma e tira fuori una forza che non ti aspetti. Gio Trasformer!! (grazie per gli gnocchi a forma di F)

Riccardo: il nostro giocatore Zen, lo spirito fatto rugby. Ancora non maneggia del tutto le sue doti ma a questo Topolino è come se di colpo si fosse reso conto della sua forza fisica e della sua intelligenza tattica: sempre al posto giusto e quando c’è da placcare da placido diventa una furia con due braccia a tenaglia che non scappi neanche se una gru ti tira via. E poi determinato, finalmente determinato: e Riccardo determinato che veicola la sua energia in un punto è davvero uno spettacolo da vedere giocare. Riccardo cuor di leone (grazie della palletta)

Carlo: un’altra bella sorpresa. Zitto zitto in punta di piedi il ragazzo incassa colpi e si rialza sempre, senza un lamento, senza una protesta. Un piccolo uomo forte che sta migliorando a vista d’occhio. Le sua specialità: finte, avanzamento e sostegno. E’ tra quelli che intuisce il gioco e avanza e pressa l’avversario occupando gli spazi. Bravo Carlo ogni volta dai grande prova di coraggio, una squadra ha bisogno di giocatori come te.

Rocco: corsa, velocità, reattività, bella testa e aggressività da indirizzare. E’ all’inizio e si ritrova con torelli che già hanno masticato erba in abbondanza ma è uno orgoglioso e non molla. In campo e fuori dal campo vuole esserci e questa motivazione è la base per imparare. Corre molto bene e quando si concentra sa tenere il campo ed è utilissimo a spingere essendo forte, asciutto di fisico ma forte e reattivo: più volte è stato il primo a partire contro gli avversari ad inizio azione. Anche lui ancora non sa quanto vale … dacci dentro Rocco!!

Alessandro: la pilotina che non lascia scampo. Ha una frequenza di passi impressionante, uno dei migliori placcatori della squadra: sia l’avversario un gigante o una pulce a lui non fa differenza, lo pialla andando sui calzettoni. Vedi montagne venete, toscane, emiliane sgretolarsi quando gli arriva dentro l’Ale che sceglie il tempo e butta giù in un colpo solo. Lavora sulla linea di touche con Samuele, uno di qua, l’altro di là. Silenzioso, mai un lamento, una protesta. Un altro piccolo grande uomo.

 

Cosa dire di più? Questi ragazzi sono in gamba e stanno crescendo forti e robusti. Stanno imparando che è solo quando credi in te stesso che fai funzionare le cose, poi magari perdi ma la testa è alta e la panza sempre pronta per una salamella!!!!

Un particolare ringraziamento a “Sara”, la nostra allenatrice preferita che ci ha seguito da due anni e che continuerà a farlo, come sempre con grande passione e entusiasmo.

KAISER e FRANZ

Stampa

U.8 domenica 1° maggio 2016

Postato in News U8

Padova 1° maggio 2016 torneo Bottacin

U8 umidi ma felici a Padova

Padova 1 maggio 2016, 9.30: mentre cerchiamo di scaldarci saltando sul posto aspettiamo l’alzabandiera sotto una pioggia torrenziale che non fa alzare i palloncini tricolore.

Siamo pronti a giocare il primo girone iniziando con il derby contro il CUS Milano: partita d’esordio sempre difficile per i nostri torelli che hanno i loro tempi ma stavolta si entra subito nel vivo perché il gioco è di buon livello. Buona tenacia dei Tori che placcano e tengono bene il campo concedendo molto poco agli avversari. La prima vittoria della giornata per 2 a 1 ci fa ben sperare.

Dopo una pausa al riparo dalla pioggia scendiamo in campo contro il Firenze ma non riusciamo a replicare: nonostante gli avversari si dimostrino meno tosti dei primi, facciamo fatica a carburare e a trovare gli spazi giusti, per cui dobbiamo accontentarci di un pareggio per 1 a 1.

Ultimo incontro del girone di qualificazione contro il Villorba: la squadra è pronta e si esprime meglio, i tori prendono maggiormente l’iniziativa e riescono a concretizzare le azioni vincendo 4 a 1.

Primi del girone ci riposiamo soddisfatti mentre la pioggia ci da tregua e si aprono i sorrisi.

Secondo girone da incubo per i Tori, ci aspettano i più forti del torneo.

Iniziamo subito con i più forti del torneo: prova molto dura per i Tori contro il Valsugana che non ci da tregua: avanzare, sostenere, pressare e continuare sono i principi del rugby che i nostri avversari applicano alla lettera.

I Tori si impegnano e ce la mettono tutta, cerando di resistere alla determinazione e all’organizzazione della squadra avversaria. Perdiamo 8 a 0 ma è una sconfitta che non brucia troppo, sia per la superiorità dell’avversario che va giustamente riconosciuta sia perché la qualità di gioco che si è vista può servire come stimolo per aiutarci a crescere.

Intervallate da una o due partite di sosta incontriamo le altre teste di serie del torneo, felici e stupiti di essere finiti nel girone infernale: perdiamo 4 a 0 contro il Benetton Treviso e 3 a 2 contro il Vendramin (Rugby Paese).

I Tori non mollano, nonostante il vento freddo e le maglie bagnate, stringono i denti e giocano ogni partita con tenacia e voglia di andare avanti.

Infatti l’ultima partita del girone, contro le Fiamme Oro di Roma, riusciamo a vincerla 2 a 1 meritatamente con buon gioco e grande convinzione, buoni placcaggi e copertura del campo.

Ci rilassiamo prima col terzo tempo e poi giocando liberamente sul prato in attesa della finale, ammazzando il tempo in attesa dell’ultimo sforzo.

Contro i padroni di casa del Petrarca 3 scendiamo in campo (un prato in discesa in realtà) un po’ stanchi e deconcentrati, già appagati del risultato ottenuto e col pensiero ad altro.

Il gioco è abbastanza duro e alcuni di noi lo sperimentano ma non mollano e si prova a resistere, anche alla mole degli avversari che spesso è difficile da fermare. Perdiamo 5 a  3 con onore.

Una domenica diversa, dove i torelli U8 hanno iniziato a respirare un rugby più fisico e di contrasto, in cui il compagno dietro sostiene e fa la differenza, i passaggi non sono più l’ultimo gesto prima di impattare su un muro ma diventano essenziali per avanzare e continuare. Ma dobbiamo pressare.

Bravi Tori, grande torneo e ottimo risultato. Siamo tutti orgogliosi!!!

Staff U8

Stampa

U.8 domenica 17 aprile 2016

Postato in News U8

 domenica 17 aprile 2016 

Parma......FATICA SUDORE GIOIA DOLORE

E per un Torneo Nazionale, si inizia con la fatica ....di un  levataccia, ore 6.30 partenza per Parma, ore 8.30 tutti in campo belli come il sole finalmente con una nuova super maglia adatta alla stagione!  

I nostri Torelli, con qualche "assenza" dovuta da impegni familiari importanti e il nostro Frecciarossa 1000 con il sabato passato con la febbre ma con affiancamenti di quelli più piccoli, iniziano a mettere insieme idee e forze, sotto la regia del Coach Francesco.
Il primo girone ci vede incontrare Il Farnese e il Cus Genova.
Ore 9.00 si parte, il Farnese è una buona formazione ben preparata specie nel gioco difensivo, i Torelli partono a spron battuto, tenendoli costantemente nella loro area vicino alla meta.
Ma non me ne voglia il Grande Nigel Owen, l'arbitro ha lasciato le conoscenze del rugby a Genova, non assegnando una meta valida a noi e dandone invece una ai nostri avversari ,…segnata ben fuori dall’area di meta!!
Perdiamo di misura 2-1 l'Allenatore del Farnese ci fa i complimenti e dà atto che il risultato non era giusto.
Ma va bene così , questo è il RUGBY!!!
Ore 10 è il turno del CUS Genova, partita da 10 e lode da parte dei nostri Tori.....10-0
Tattica sublime…, si vedono placcaggi, tenuta del campo, sostegno e rack ... TORI PERFETTI!!!
Finiamo, con un po’ di scontento, secondi in classifica.
Il secondo girone ci vede giocare contro il Varese e il Viadana.
A NOI le pause troppo lunghe fanno male.....Con il Varese la nostra concentrazione cala un pò, buon gioco ma con poca coralità. Passa il Varese per  4-1.
Seconda partita contro Il Viadana.
I nostri Ragazzi entrano in campo più determinati e per nulla intimoriti dalla mole fisica della compagine del Viadana. Vinciamo con un'ottima prestazione 6-1.
Tutti a pranzo e pausa rilassante e di svago ... i torelli scorrazzano nei prati dell'impianto parmense fino a quando ci richiamano all'ordine per le semifinali 17°-20° posto. 
C’è subito aria di derby incontrando il CUS Milano: i ragazzi sono ben concentrati e si parte: lotta dura, scontri, placcaggi e mete...: 5-2 per noi.
Andiamo in finale contro il Pesaro. Purtroppo le pile sono esaurite, niente concentrazione...: placcaggi spariti e il gioco non c’è: è stata l’unica partita del torneo che abbiamo giocato male.

I nostri Torelli hanno fatto un ottimo Torneo a conferma che stanno davvero crescendo: il tanto lavoro produce i suoi frutti, i più piccoli si stanno amalgamando bene e tutti i ragazzi mostrano la grande voglia di migliorare.

Milano c.s. Saini TROFEO PALERMA 

Tra ritardi e assenze il riscaldamento degli 8 inizia solo 10 min prima della prima partita contro la Union: i ragazzi dormono ancora e dimostrano poca convinzione e poca voglia di giocare, perdendo 8 a 0.

Nella seconda partita contro Brembate sono tutti più svegli e un po’ più grintosi ma il gioco è bello solo a tratti, spesso condizionato dai troppi placcaggi alti dei nostri e perdiamo anche questo incontro.

La terza partita ci vede impegnati contro il Crema e finalmente è combattuta e si vede qualcosa fatto durante gli allenamenti: perdiamo anche questa ma almeno abbiamo giocato un buon rugby.

Nell’ultima parità contro Tradate i ragazzi sono ormai svegli e grintosi (sono le 11.30!!) giochiamo una bella partita e vinciamo 5-2.

I Tori ancora una volta dimostrano che la tecnica non manca e il lavoro fatto in allenamento viene recepito e, se spronati e “frustati” adeguatamente viene anche svolto bene.

Dobbiamo ancora crescere nell’occupazione degli spazi e nei placcaggi, spesso alti e scorretti oltre che inefficaci. 

Con l’aiuto di tutti, genitori in primis, nei prossimi tornei dobbiamo essere presenti e puntuali, svegli e con tanta voglia di giocare. Serve l’impegno e l’aiuto di tutti!!!!

Con queste condizioni, il divertimento è garantito e il risultato certamente renderà tutti contenti.

FORZA TORI!

Stampa

U.8 domenica 10 aprile 2016

Postato in News U8

Lainate domenica 10 aprile 2016

Ottimo torneo regionale a Lainate in un clima primaverile quasi estivo. Amatori U8 si presenta con due squadre pronte a giocare e divertirsi insieme alle altre 10 presenti.

Ama 1 inizia molto bene, buona concentrazione, gioco fluido e corretto e concretezza che si vede nei risultati: 9 a 0 al CUS Pavia 1, 11 a 0 al Lainate 1 e 11 a 0 anche contro il Rugbio 1. La squadra c’è, i ragazzi sono in forma e si impegnano finendo le qualificazioni del girone A al primo posto. Dopo la pausa si incontrano nel girone finale le prime tre squadre classificate nei rispettivi gironi e il livello cresce… contro il Fiumicello iniziamo a subire la prima meta e purtroppo non riusciamo a reagire e nonostante l’impegno e la grinta in campo subiamo la seconda e decisiva meta perdendo lo scontro 2 a 0. Nella pausa prima dell’incontro finale contro il CUS Pavia 2 il coach Ale riesce a dar coraggio ai torelli aiutandoli a superare la sconfitta bruciante, sia perché sopraggiunta alla quarta partita senza aver prima subìto mete sia perché ci manca ancora un po’ di coraggio e di capacità reattiva da sfruttare nei momenti di difficoltà. Nell’ultimo incontro però i nostri tori riescono ad esprimersi al meglio e dopo aver subito la prima meta ribaltano il risultato e terminano l’incontro vincendo 6 a 1.

Una bella domenica della quale far tesoro in vista dei prossimi appuntamenti impegnativi: dobbiamo ancora crescere di testa maturando la sconfitta e reagendo, ma la squadra c’è! Bravi TORI!!!!

 

La mattina risplende di un sole quasi estivo e la squadra 2 sembra partire con il piede giusto, incontriamo una delle tante squadre del Lainate, la squadra 3, mostrando buon gioco, affiatamento e concentrazione e finiamo con un ottimo risultato. Speravamo che la carica della vittoria durasse più a lungo, ma alla seconda partita contro il Cus Pavia 2 cala la concentrazione e i torelli non riescono a esprimersi al meglio subendo una bruciante sconfitta seguita da quella di fine girone contro il Fiumicello 2. Onore al merito anche agli avversari che hanno messo in campo entrambi due formazioni composte da ragazzi più grandi.

Nell' intervallo che ci porta alle sfide finali, il Buon Francesco mette in riga i nostri torelli con un bel discorso chiaro, dopo il quale andiamo a incontrare Lainate 1 e Lainate 2, in due sfide perse di misura ma con onore, nelle quali si è rivisto un buon gioco anche se ancora un po’ individuale ma certamente piacevole e caratterizzato da impegno generale, buona tenuta del campo e grande concentrazione. Bravi Tori!!!

 

Appuntamento per tutti a domenica 17 aprile per dare il massimo a Parma come a Milano.

Forza TORI! 

Stampa

U.8 domenica 20 marzo 2016

Postato in News U8

Reggio Emilia domenica 20 marzo 2016

La prima giornata di primavera viene festeggiata dalla U8 con il torneo nazionale di Reggio Emilia, dopo una levataccia che lascia il segno sui piccoli atleti e sui loro accompagnatori.

La nostra avventura inizia bene con due partite vinte contro il Parma 1 (2-1) e il CUS Milano 2 (11-0) , entrambe senza troppa fatica e in particolare nel derby milanese dove il risultato schiacciante ci permetterà di qualificarci al secondo posto del girone contendendolo al Noceto. Nelle due gare la squadra mostra carattere e buona capacità di occupare gli spazi in campo, pressa gli avversari salendo e cercando di metterli in difficoltà nella loro metà campo. Poi incontriamo il Noceto, squadra di livello superiore alle precedenti con la quale ci confrontiamo in una partita bellissima e molto intensa che per distrazione chiudiamo in pareggio (3-3). L’ultimo incontro del girone di qualificazione è con il CUS Torino 2. La squadra inizia a mostrare segni di cedimento fisico e di stanchezza, i ragazzi si impegnano ma non riescono a contenere il gioco degli avversari perché risultiamo meno veloci e precisi con i passaggi, spesso in difficoltà nei placcaggi in particolare lungo le fasce. Il match si chiude con un risultato di 4-0 per il Torino.

Ci qualifichiamo secondi per differenza mete e siamo pronti per affrontare il CUS Milano 1 contro il quale non siamo abbastanza determinati e motivati, certamente delusi dal precedente incontro. Giochiamo bene ma un po’ sotto tono e non siamo fortunati per cui perdiamo (3-2) il secondo incontro e ci prepariamo per l’ultimo che varrà il settimo o l’ottavo posto.

Contro il Cittadella (Padova) i ragazzi tirano fuori le ultime risorse disponibili, con grinta e determinazione riescono a imporsi e a conquistare un settimo posto nel primo dei 4 tornei nazionali che ci aspettano, sapendo che occorre lavorare tanto e bene per migliorare in velocità e determinazione ma avendo mostrato carattere, buona tecnica e tanto cuore. La partita termina 5 a 3 per Amatori.

Bravi U8 continuate a crescere!

 

Lo staff U.8

 

 Sponsor e amici di Amatori Rugby Milano Junior