Facebook
Stampa

U.10 giovedì 2 giugno 2016

Postato in News U10

Leno (BS), giovedi 2 giugno 2016

Cari amici : "ha fatto il suo ingresso nel panorama rugbistico nazionale del minirugby, la Amatori Union Rugby Milano, presentatasi a questa importante manifestazione con le categorie Under 8 e Under 10".

Ci piace definire questo evento come l' "Anteprima" e questo resoconto è relativo alla Under 10 che ha portato nella Bassa Bresciana ben 18 atleti suddivisi in due squadre che chiameremo per l'occasione AU1 ed AU2.
Le nostre due compagini hanno battezzato questa anteprima in maniera entusiasmante, facendo annusare a noi,
appassionati della palla ovale, il profumo di rugby sopraffino che presto si respirerà sui campi che vedranno i nostri ragazzi protagonisti.
E veniamo alla cronaca del torneo. AU2 abbinata a Cus Milano, Botticino, Calvisano. I nostri hanno avuto la meglio in tutte e tre le gare, ma nonostante le vittorie piuttosto nette gli incontri di AU2 sono stati combattuti ed i ragazzi hanno dovuto impegnarsi a fondo in tutte le gare. La vittoria del girone ha permesso ad AU2 di disputare la finale contro Seregno dove si è visto quanto i nostri avevano speso nelle 3 gare precedenti. Alla prima uscita con i nuovi compagni ed incalzati da avversari forti ed agguerriti, sono arrivati alla finale "in riserva".
Subito sotto 0 - 3 hanno avuto una reazione d'orgoglio rimettendo in forse l'esito della partita, ma le energie spese in precedenza hanno segnato la differenza: contro una bella squadra, ben impostata, che praticava una pressione asfissiante, hanno ceduto con onore, risultato finale AU2 - Seregno 2 - 4. Che dire, bravi! Buona la prima e grazie per lo spettacolo.
Ecco la sintesi del girone di AU1, composto da Crema, Borgo Poncarale e Cus Pavia. Un andamento strano, andata e ritorno con Crema sono state partite sofferte e difficili, nonostante il gruppo AU1 fosse eccellente e ce l'abbia messa proprio tutta; un pareggio all'andata ed una sconfitta con qualche colpo di troppo subito, al ritorno. Contro Borgo Poncarale due vittorie secche senza nessun calo né di energia , né di gioco.
Cus Pavia battuto largamente, non c'è stata mai partita, nonostante il Pavia avesse dei buoni giocatori soprattutto in fase di arretramento e difesa. Complessivamente la prima prova della AU1è stata molto convincente.
Quindi, nei rispettivi raggruppamenti, AU2 seconda classificata ed AU1 terza classificata.
A Milano ed in Lombardia ormai sono tutti avvisati, per la prossima stagione: AU, stiamo arrivando !!!
Un ringraziamento all'amico Giorgio Marrubini per il contributo alla stesura di questa cronaca.
Qualche bella immagine per voi allegata alla presente ed infine:
AUguri !!!
G & G

Stampa

U.10 topolino 2016

Postato in News U10

TREVISO 13 e 14 maggio 2016
AMA, AMA, AMA...TORI, TORI, TORI! 

PROLOGO: Se 6 mesi fa mi avessero detto che quest'anno i nostri TORI Under 10  avrebbero schierato 2 squadre e sarebbero arrivati 19° al Topolino, avrei chiamato uno psichiatra. A chi avesse immaginato che sarebbero riusciti a giocare da squadra: schierandosi in campo nelle proprie zone di competenza, senza che un Pier o un Vitto ce li portassero di peso, che riuscissero a  vincere le ruck, con uno di loro che riesce ad aprire una palla senza fare un avanti, che li avrei visti correre anche senza palla a sostegno del compagno...gli avrei detto "mi sa che ne sai meno di me su come si gioca a rugby, siamo troppo mingherlini, inesperti e poco aggressivi"... 

Dopo 3 mesi di preparativi amministrativo-burocratici, compreso indagini di mercato per la location, lavori psicologici per predisporre al meglio la trasferta, ci siamo....comincia l'Avventura TOPOLINO!!!

L'Armata Amatori si mette in movimento in un venerdi di maggio, l'adesione massiccia, solo in pochi devono rinuciare malvoletieri, ci vede in un piazzale di Lambrate congestionato dal rugby in trasferta anche Cus, Asr, ed i fratelli Union convergono qui per la partenza.

Dopo aver stipato il portabagagli dei pullman fino all'inverosimile tra abbigliamento invernale, primaverile ed estivo, il meteo da pioggia, tempesta, ma forse sole e vento....ma soprattutto di vettovaglie commestibili daltronde stiamo partendo per un we ed il terzo tempo esige le sue attenzioni, riti ed abbondanza di mangiare e bere, si fa la conta...  si rifa... manca... si, manca ma sta arrivando...è arrivato...SI PARTE!!!

Viaggio secondo la tradizione tra programmazione, organizzazione,  ripianificazione  e modificazione di quanto possibilmente succederà il giorno dopo ed intanto i Torelli in fondo al pullman si scaldano tra canti, mischie....la loro area diventa off-limit per genitori che ogni tanto si cimentano nel riportare la civiltà in quelle orde barbariche.

Sosta di rito all'autogrill,  e arrivo a destinazione giusto in tempo per una parca...forse troppo parca cena, forse apposta per non appesantirci, dato che la ritirata giunge di lì a poco...si va a dormire con uno strano senso di appetito, forse è la tensione e la curiosità per quanto ci aspetta il giorno dopo.

Sveglia come le galline, ma forse anche i tori si svegliano a quell'ora mattiniera, il meteo preoccupa ma ancora non sembra minaccioso... a colazione ci rifacciamo di quanto la sera prima ci sembrava di aver sofferto...via ai pullman...pardon al pullman uno dei due sembra che non sia interessato al rugby ed infatti denuncia qualche guasto che ci consiglia di spedire prima i giocatori al campo e poi famiglie arriveranno con la navetta succesiva.

Arrivare alla Ghirada in pullman, impossibile, meglio scendere e avvicinarsi a piedi il traffico è tanto il brulicare di divise multicolori anche.

Che spettacolo il rugby sotto il metro e mezzo che si muove, ondeggia, sfila il verde, il blu, il rosso ed il nero e tutti gli altri colori che si mischiano e si ridividono quando si entra in campo e diventano macchie colorate sul prato.

Si gioca. Come previsto l'Armata Amatori si presenta con 2 formazioni, le Aquile ed i Bisonti, la prima attrezzata per confrontarsi agonisticamente con tutte e puntare ad un piazzamente in classifica, la seconda con l'obiettivo dichiarato di far crescere gli altri giocatori della rosa e farli comunque fare esperienza...e che esperienza! il Topolino è un'esperienza unica.

Adesso affrontiamo l'avventura sul campo delle Aquile che nel girone di qualificazione se la vedranno con: Monselice, Montebelluna e Orsi,

tutte squadre che possono mettere in difficoltà una squadra come la ns che schiera molti pesi piuma mentre le altre sembrano più attrezzate fisicamente, sembrano, infatti i nostri li mettono sotto con una grande determinazione e aggressività, gli avversari poco possono, i torelli spettinano i loro avversari con una risolutezza inaspettata.

Primi nel girone si ricomincia nel turno con le migliori ci siamo guadagnati già la parte alta della classifica.

Adesso il tabellone ci mette nel girone più internazionale....abbiamo il Selvazzano, i francesi e gli inglesi.

Non è facile, già si sa, ma i nostri non ci pensano nemmeno a chinare la testa, è vero che il Selvazzano un po' ci strapazza, ma prima con i francesi vendiamo cara la pelle e perdiamo di misura, ma è nell'ultima partita del girone che l'orgoglio di questi indomiti rugbysti riporta in campo la squadra con le residue energie e che stavolta asfalta la squadra d'oltremanica e si garantisce il  posizionamento nelle prime 25 delle 128 partecipanti... all'indomani si vedrà....intanto rientriamo in albergo ma prima godiamoci lo scroscio di pioggia che tanto era stato previsto e che si manifesta proprio al momento opportuno a partite terminate...corsa in albergo doccia a cento all'ora, cena e filiamo a dormire dobbiamo far ricaricare le pile di questi atleti che hanno speso una montagna di energie, all'indomani altre sfide li aspettano e vogliono essere pronti. Il copione del giorno prima si ripete: sveglia, colazione, bagno, pullman, campo si ricomincia stavolta giochiamo con il Cus di Milano e di Verona ed il Tarvisium...se si può i Torelli targati Aquile oggi giocano ancora meglio del giorno prima e combattono, cadono si rialzano e agguantano un pareggio, una vittoria e ancora un pareggio.  

Adesso vediamo il percorso dei Torelli-Bisonti, per loro che hanno come obiettivo farsi le ossa per essere i veterani l'anno prossimo e ricevere i testimone da coloro che saliranno in U12, il torneo si rivela subito in salita sia per l'esperienza che la fisicità degli avversari. I nostri rispondono alla sfida, e giocano le partite migliori delle loro giovani vite. Come indicatore basta prendere la cartina di tornasole del rugbysta, il gesto tecnico che non mente mai e rivela quanto cuore ha un giocatore: il placcaggio. In 2 giorni di partite alcuni han placcato più che nei 2 anni precedenti.

L’ingrediente principale è la motivazione e l’allegria, che non vengpono mai meno, anche per l’impegno del Capitano.

Subiscono il peso dell'inesperienza ma non certo quello dell'orgoglio si battono al meglio ed anche se devono capitolare lo fanno sempre con la dignità di chi si è speso al meglio del proprio armamentario di capacità e di energia. Lo scopo dell'avventura dei Bisonti al Topolino

è più che raggiunto con la dimostrazione a se stessi e a tutti noi che sono più che rugbysti sono "Amatori fatti" altrimenti non si spiegherebbe l'attitudine al confronto senza timore anche con pesi massimi e squadre più esperte.

Sarebbe ingiusto ora fare qualche nome senza farli tutti, perchè tutti senza eccezioni han contribuito al successo della squadra anche oltre le proprie possibilità fisiche e tecniche. Inoltre, quest’anno abbiamo anche avuto un ospite, un giocatore di una squadra romana, che i torelli hano accolto con calore dal primo momento, e che si è integrato immediatamente nel gioco della squadra

A contorno delle splendide performance dei nostri atleti preferiti dobbiamo spendere un grande ringraziamento a tutti per il luculliano terzo tempo dei genitori che è sembrato comprendesse anche il 1° e 2° tempo tanto è stato ricco e anche la condivisione con i fratelli Union ha contribuito a rendere il tutto ancora più coinvolgente e sereno. 

EPILOGO: Anche quest'anno il Topolino è passato e lo abbiamo stravissuto, quest'anno anche meglio dei precedenti visto che quasi tutta l'Amatori vi ha partecipato, ci portiamo a casa un grande momento di serenità, di sport e di vita condivisa con i nostri piccoli-grandi pupilli-rugbysti e li abbiamo potuti vedere cimentarsi in una grande avventura che li ha messi alla prova e li ha visti uscirne vincitori per impegno, determinazione e sportività e nella vita questi sono i valori vincenti. 

Procediamo nel percorso di questa stagione di rugby Amatori avvincente e sempre prodiga di soddisfazioni grazie ai nostri fantastici Torelli.

AMA,AMA,AMA....TORI,TORI, TORI!!!!

Marco

Stampa

U.10 domenica 1° maggio 2016

Postato in News U10

Padova 1 maggio 2016
AMA, AMA, AMA...TORI, TORI, TORI!
Giornata di rugby "anglosassone", metereologicamente parlando, sui campi di un altro centro sportivo magnifico, il C. S. Geremia di Padova.
Va di scena il "Trofeo Bottaccin" e l'U10 Amatori si presenta con i suoi torelli per sfidare le intemperie e tutte le migliori squadre della propria categoria. La giornata si apre con un momento solenne, inno e tricolore al vento....ed alla pioggia; quindi si comincia a giocare, girone di qualificazione con i padroni di casa del Petrarca, il Varese, ed i romani delle Fiamme Oro. Rispettivamente un pareggio, una limpida vittoria ed una sonora sconfitta, ci piazziamo comunque secondi nel girone. I nostri tori affrontano la prima e la seconda gara con il piglio giusto, sapendo che proprio le partite di esordio sono decisive per il piazzamento finale, sfoderano due belle prove di determinazione nelle ruck e nei confronti fisici anche con coloro ai quali devono concedere parecchi kg e cm di "massa" fisica e con il dinamismo giusto ottengono il massimo alla loro portata...altro discorso per la terza partita, le Fiamme Oro "inceneriscono" le nostre speranze di gloria mettendoci sotto, anche stavolta il fisico ci sfavorisce e non riusciamo a sopperirvi come, invece,  nelle partite precedenti. 

Il girone delle semifinali tra le seconde ci vede scontrarci con: Fiumicino, Udine, Capitolina e Torino...comunque il meglio del minirugby italiano.
In questa fase subiamo ancora l'esuberanza fisica delle squadre avversarie e un evidente calo anche nella tensione agonistica ci fa incassare 3 sconfitte e solo un pareggio muove la nostra classifica in questo girone. Ci batteremo per una posizione tra la 19° e la 20°, scontrandoci con l'Asr. Dopo un pranzo molto parco, un dopopranzo distensivo tra giochi e chiacchere e l'opportuna catechizzazione del duo Pier-Vitto si gioca il "derby". Tra le due rivali in gioco "solo" l'onore e questo basta ai nostri per ritrovare  un poco dell'agonismo perduto e aggiudicarsi la 19° piazza finale; con un più attento schierarsi e una pronta reattività nei punti d'incontro e sulle ruck riusciamo a prevalere meritatamente. Ma tra tutto questo placcare, salire, spingere e schiacciare il momento simbolicamente più significativo rimane questo....partita nel pieno svolgimento uno scricciolo-torello corre a bordo campo con una goccina di sangue sulle labbra. Immaginiamo sia la solita botta che provoca la ferita sul labbro...solitamente niente di significativo per in nostri atleti. Mentre stiamo per consolare il torello apre la manina infangata ed in mezzo brilla un candido dentino da latte...veloce sciacquo con l'acqua e si precipita di nuovo in campo...era stato sostituito per poterlo assistere ma non accorgendose ripartiva come se niente fosse...solo dopo urla bestiali si accorge di essere di troppo e finalmente riusciamo a farlo sedere temporaneamente a bordo campo. Grande spirito agonistico e voglia di vincere, questa dovrà essere la cifra della nostra partecipazione al Topolino, tra 2 settimane, ma prima proviamo ancora a migliorarci e ad affilare le nostre corna di torelli ad Orio già domenica...per i genitori, parenti, affini sino al 5° grado e agli spettatori pronti....AMA, AMA, AMA....TORI, TORI, TORI.
Lo Staff U10

 

Stampa

U.10 domenica 17 aprile

Postato in News U10

domenica 17 aprile 2016

doppio impegno per la U.10 in questa giornata di variabilità meteorologica, ma di splendenti risultati.....

Parma

La primavera rugbistica  targata Amatori Milano è chiamata oggi ad una delle prove più ardue della stagione...siamo a Parma patria delle Zebre e una delle capitali del movimento nazionale della palla ovale.

Non è una mattinata limpida, le nuvole impediscono al sole di illuminare praticamente tutto il mondo del minirugby italiano ed anche oltre, ma il colpo d'occhio è comunque splendido con un "formicolare" multicolore  di centinaia di ragazzi sugli splendidi campi di questo magnifico centro sportivo.

La formula del torneo ci fa esordire in un girone di qualificazione che ci vedrà confrontarci con il "Tor Tre Teste" di Roma e il Noceto. Iniziamo con i romani che, a parte il nome un po' impressionante, niente può contro di noi. I ragazzi nonostante la levataccia iniziano con il piglio giusto, e con una buona circolazione della palla e una serie di calci e sostegni, chiudono la partita sul 7 a 1. E' proprio così che si deve iniziare un torneo di questo tipo: vincere la prima partita è fondamentale per poter puntare ai primi posti. Adesso il Noceto, squadra di nobili rampolli di una delle società tra le più blasonate d'Italia, e qui il gioco si fa duro: i nostri torelli si battono bene e si capisce che è tutta un'altra solfa rispetto alla prima partita, non riusciamo a prendere il largo nel punteggio anzi, grazie ad un buon piglio agonistico riusciamo a schiacciare 3 palle il meta, ma ad ogni nostro vantaggio, l'avversario rimonta sempre. In quest'occasione è mancata l'apertura della palla e un pò anche i placcaggi, coach Vitto a fine partita puntualizzerà proprio questo. Comunque il 1° posto conquistato, ci permetterà di entrare nel girone delle prime dei vari gironi, nei quali sono state divise le 36 formazioni presenti.

Stavolta le combinazioni ci portano di fronte al Casale sul sile , squadra trevigiana con buonissimi trascorsi e l'acerrima Valsu...gana, che ci aveva sconfitto l'anno scorso nella finalissima del Topolino...direi che è più che sufficiente per far tremare le ginocchia a chiunque fosse nelle braghette e nella maglia, nuova e bellissima, dei nostri tori...ma ai nostri NO!!! Cominciamo: con il Casale la partita si dimostra meno equilibrata del previsto, abbiamo perso un pò le distanze e ci dimentichiamo di aprire andando a sbattere contro una prima linea avversaria un pò più forte, perdiamo la ns arma migliore, il dinamismo, insieme a qualche placcaggio non esemplare incassiamo la sconfitta 3 a 1.

Con il Valsugana abbiamo l'occasione di riscattarci subito ma non sarà proprio così. Non riusciamo ad imporre il nostro gioco, proprio come nella partita precedente, ed anche il gioco al piede rimane inapplicato, solo grazie alla determinazione dei nostri eroi all'ultimo istante di partita riagguantiamo un pareggio e il secondo posto del girone per differenza mete.

Entriamo nella fascia delle squadre che si contenderanno le posizioni tra 5° e l'8° posto. Partita secca di semifinale e eventuale finale per il 5° o il 7° posto dopopranzo; ecco...... dopopranzo!!! La pausa, per i nostri ragazzi, si dimostra indigesta, infatti le 2 ore che passano per permettere a tutte le squadre di rifocillarsi, lasciano sulle spalle dei nostri il peso della mattinata iniziata prestissimo. Gli effetti si vedono in campo prima contro Roma e poi ancora contro Casale 2.

2 sconfitte, non siamo riusciti ancora una volta ad imporre il nostro gioco e ci siamo intestarditi a voler entrare di prepotenza anzichè mettere in movimento le ali, e abbiamo accusato anche un pò di appesantimento nei punti d'incontro...

Abbiamo dato il nostro meglio, e non si può certo rimproverare di non averci provato o di non aver dimostrato impegno.

A questi bravissimi minirugbysti...solo di nome....i nostri GRANDISSIMI TORELLI riescono a conquistare un prestigiosissimo 8° posto nella classifica generale.

Mettiamo tra i nostri ricordi anche questi momenti di divertimento e di sofferenza dei "Nostri Rugbysti Preferiti", per loro altra tappa per prepararsi e crescere ancora come persone e come atleti.

Riprenderemo il 1° maggio con Padova, altra  grande occasione per misurarsi con i più forti, nel frattempo in allenamento cercheremo di risolvere quei piccoli difettucci e farci trovare per allora, se possibile, ancora più pronti e convinti....innalziamo ancora una volta i nostri colori.

Marco

 

 

Milano, c.s. Saini- Trofeo Palerma

6 squadre organizzate nel calendario in un girone all'italiana, bella formula che ci farà incontrare tutte le presenti.

Grande disponibilità a lavorare insieme e solo qualche ingenuità di troppo che ci ha creato più difficoltà di quanto meritassimo, 15 bambini belli vispi si sono dati un gran daffare, molte le cose belle che hanno fatto vedere, e di conseguenza 3 vittorie 1 pareggio e solo 1 partita persa, fortunatamente con i fratelli di Union Rugby, prossimi compagni di avventura dalla prossima stagione.

alla prossima

Pier

 

 

Stampa

U.10 domenica 10 aprile

Postato in News U10

 

 Lainate, 10 aprile 2016 - L'U10  insiste....

AMA,AMA,AMA...TORI,TORI,TORI !!!

Cominciamo dalla fine, tutti in cerchio a inneggiare ai nostri colori al termine della finale 1° e 2° posto...tutta AMATORI.

 Mattina splendida di una primavera che si vede sia nel clima che nei volti splendidi dei nostri mini-rugbysti, pronti all'ennesima  sfida che li vede misurarsi con: le 2 Lainate, le 2 CUS Pavia, il Rugbio ed il Fiumicello.

I gironi evitano scontri diretti tra le squadre sorelle e le formazioni sono composte dal consueto "MIX di esperienza e incoscienza", così i "vecchi U10" hanno anche il compito di aiutare a crescere coloro che l'hanno prossimo dovranno loro essere le chiocce... e lo stanno facendo proprio bene visto che entrambe le U10 arrivano imbattute alla finale.

La giornata propone un ulteriore obiettivo oltre a battere gli avversari sul campo, verificare se il lavoro settimanale ha prodotto i miglioramenti previsti nella tecnica del placcaggio. Il risultato è stato soddisfacente, comunque ancora migliorabile, ma non è stato il solo gesto tecnico apprezzabile, anche il movimento della palla, sino ad arrivare alla ali, la velocità di posizionamento nello schieramento e sui punti d'incontro...e tanto altro.

Inutile citare l'impegno e la determinazione soprattutto quando le due ns 2 squadre hanno dovuto confrontarsi con i rivali più agguerriti...prima il Fiumicello, i torelli già in doppio svantaggio ed un 1° tempo un pò distratto nel 2° sono entrati in campo più "svegli" e reattivi, "Pier ha suonato la carica", hanno rimontato e agguantato il pareggio...che si rileverà poi determinante per il 1° posto nel girone.

L'altra compagine targata Amatori invece trova le maggiori difficoltà contro il Pavia che fisicamente li supera di un consistente numero di Kg e di cm. Niente paura...placcaggi e dinamismo fanno la differenza, nessuno di fronte ad avversari anche con massa "più consistente" si tira indietro. Si combatte a centrocampo e poi più di una volta si parte, si apre e si sfrutta il sostegno e si schiaccia in meta...da manuale.

Altra settimana per oliare i meccanismi e si riparte una squadra alla volta di Parma...l'altra, più vicino, Saini, in entrambi i casi troveremo da confrontarci con rivali altrettanto preparati e allora chi scenderà in campo coi fatti e chi a bordo campo con la voce innalziamo insieme ancora una volta i nostri colori:

AMA,AMA,AMA...TORI,TORI,TORI !!! e finiamo come abbiamo iniziato.

Marco

 Sponsor e amici di Amatori Rugby Milano Junior